20 dicembre - lo spazio prove a Carrara

LE FILATE

Filare, filare, filare! Abbiamo ripreso le prove dello spettacolo. Per renderle più utili servirebbero gli oggetti di scena e i costumi definitivi; a nuovo anno avremo modo di provare per più di una settimana quindi speriamo in una buona riuscita.

Il testo ha un ritmo tutto suo, i momenti parlati sono pochi e ho notato che per quanto possano appartenere a una sfera concreta, come quella della maternità, riescono ad astrarsi e a raggiungere situazioni associabili persino alla mia realtà (ventisettenne squattrinato e instabile). Le emozioni sono davvero universali e si originano tutte, quasi sempre, dalla sofferenza o dall’irrefrenabile e insaziabile voglia di sentirsi completi.

Temo che la sensazione di completezza sia inarrivabile come lo è la concezione dell’infinito eppure in quanto esseri umani (compiuti) dovremmo almeno avere la soddisfazione di sentirci completi. Ora pubblico una petizione change.org!

CONTINUA A LEGGERE:
Diario dell'attore, Teatro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *