16 gennaio - ex ospedale San Giacomo, Carrara

LA GENERALE

Abbiamo lavorato tantissimo e c’è ancora tanto da fare. Riusciremo ad esser pronti per la generale delle 21? Ho invitato qualche amico per avere un po’ di pubblico perché se proprio mi devo spaventare è meglio che lo faccia oggi. Devo ringraziare Enrico con tutto il cuore, è il mio migliore amico ed è venuto a darci una mano per stare al banco di regia però me ne sono approfittato prendendo pure le sue braccia! Abbiamo trasportato una panca pesantissima, lunga più di 5 metri, dal dipartimento di scenografia (ultimo piano della sede centrale) al San Giacomo (oltre piazza Alberica)…a piedi! Mi tremano le mani dalla fatica, spero che passi prima della generale. Spero di riuscire a fare almeno tre prove. Spero che il tempo possa rallentare perché scarseggia.

*** aggiunta “per la cronaca” ***
ore 20:30
Salta la corrente senza una ragione, non eravamo in sovraccarico energetico.
ore 20:31
Scopro infatti che non è saltata dal quadro interno ma dal contatore dell’enel che non ho idea di dove sia.
ore 20:45
Chiamo Soledad, una delle attrici in residenza al San Giacomo, che risolve tutto spiegandomi minuziosamente come fare: il contatore è insieme a quelli degli appartamenti: dentro un portone del quale non ho le chiavi: impreco: citofono ai residenti e siano benedette la signora che mi ha aperto e Soledad. Riattivo il contatore.
ore 20:55
Rientro, riavvio i computer, controllo che le luci non siano fulminate e corro in bagno a prepararmi perché è già arrivato un po’ di pubblico amico.
ore 21:00
Sono ancora in bagno. Il pubblico amico decide di entrare e di andarsi a sedere quando in realtà lo spettacolo inizia a “sipario aperto”, prevede cioè che il pubblico entri mentre l’attore sta già vivendo la scena.
ore 21:02
Chiedo gentilmente al pubblico di uscire e di rientrare solo quando verrà chiamato.
ore 21:20
Inizia la generale
ore 22:00 (circa)
La voce di una delle residenti irrompe nella scena con un «ABBASSAAAAA!». In quel momento capisco perché la corrente sia saltata poco prima e seguito a recitare con la certezza che la generale sarà (nuovamente) sabotata.
ore 22:30
La generale giunge al termine senza ulteriori problemi di corrente elettrica.
***fine aggiunta “per la cronaca”***

CONTINUA A LEGGERE:
Diario dell'attore, Teatro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *